"I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti del mondo, risalgono in disordine e senza speranza, le valli che avevano disceso con orgogliosa sicurezza" così si chiudeva il bollettino della vittoria del 4 novembre 1918; ma che cosa realmente rimaneva sul fronte italiano dopo che gli eserciti avevano abbandonato le linee?
Un'opera unica nella quale sono raccolte le testimonianze dei recuperanti del primo dopoguerra; quella che oggi viene definita come una passione, la ricerca con metal detector di reperti di guerra, era una vera e propria necessità di sopravvivenza.
L'epopea di questi cercatori fu infatti lunga, talvolta avventurosa, e sempre piena di pericoli.
Il lavoro non è una semplice raccolta di testimonianze orali ma offre, con molti documenti d'archivio inediti, un contesto storico che ruota attorno a queste vicende che non molti conoscono.


214 pagine Formato: 23x16 cm
più di 50 immagini e documenti inediti
ISBN: 979-12-80648-02-0
Uscita dicembre 2021



Ringraziamenti

Si ringrazia:
Lucio Arman - Stefano Baccega - Lido Beinat - Roberto Bocuzzi - La famiglia Bof - Filippo Cappellano - Luigi Codemo - Antonio dalle Carbonare - Sergio Errandi - Celso Licini - Mirco Lorenzon - Bruno Marcuzzo - Sara Marton - Luisa Mogavero - Antonio Mondin - Luciano Mondin - Famiglia Parolin - Elio Piccoletto - Enzo Raffaeli - Mauro Rizzotto - Maria Saccarello - Matteo Sandi - Luca Schievenin - Eugenio Secco - Massimo Serena - Davide Tonazzi - Luca Turchetto - Paolo Varago - Vania Volpato - Sergio Zannol
 

Dott. Riccardo Ravizza  - All Rights Reserved

Ruolo periti ed esperti n. VA - 748  - Marchio editoriale p.iva IT03821110123 


QUESTO SITO WEB UTILIZZA SCRIPTS E GOOGLE ANALYTICS...

X

Right Click

No right click